martedì 5 maggio 2015

LA GOLA SERRATA - Omaggio a Giovanni Pascoli - 6 maggio ore 19,00 - San Giovanni in Monte



 

Spettacolo LA GOLA SERRATA – 6 Maggio  ore 19

Dipartimento di Storia Cultura e Civiltà S.Giovanni in Monte

 

In occasione dell'inaugurazione dell'installazione "Se questi sono i malfattori... evviva i malfattori!", che rimarrà visibile in San Giovanni in Monte fino al 20 giugno, alle ore 19, andrà in scena lo spettacolo gratuito "LA GOLA SERRATA" .

La compagnia teatrale Opificio D’Arte Scenica interpreta uno spettacolo-concerto dedicato a Giovanni Pascoli, per raccontarlo poeta nuovo, da restituire al suo e al nostro tempo.
 Una rilettura del poeta emiliano-romagnolo, liberato dei panni d'uomo solitario e intimista di cui gran parte della critica l'ha per troppo a lungo rivestito.

Dal 7 settembre al 22 dicembre 1879 Giovanni Pascoli restò rinchiuso in una cella del carcere di San Giovanni in Monte;
fu arrestato, accusato di grida sediziose e oltraggio ai Regi Carabinieri, dopo aver partecipato ad una dimostrazione anarchica nei mesi roventi che seguirono l'attentato di Giovanni Passannante a re Umberto I. 

Il giovane poeta imprigionato, scende nelle profondità del suo animo lacerato e ascolta le voci che lo attraversano.
La cella è un non-luogo simbolico dove il passato e il futuro convivono in un eterno presente, in cui il poeta-fanciullo, prima di uscire e rinascere tra i grandi della poesia, instaura un serrato dialogo con le voci di chi l’ha accompagnato, amato, forgiato nel corso di una vita: Maria, i genitori Caterina e Ruggero, Andrea Costa, Giosuè Carducci.

Con un impianto musicale contemporaneo e fortemente visivo, lo spettacolo conduce lo spettatore nei misteriosi precordi di un’anima unica per sensibilità: ne ricostruisce la storia, l’ideologia;
ne sottolinea i valori di fratellanza e solidarietà, l’impegno etico e politico;
la attraversa, per intuire che la poesia può essere un momento fondante identità personali e collettive, indispensabile per la conoscenza di sé e dell’altro da sé con cui confrontarsi.

In quello stesso luogo oggi si trova la sede del Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell'Università di Bologna, che per rendere omaggio al grande poeta - e fare luce su questo suo lato "rivoluzionario" e poco conosciuto - promuove il progetto "Giovanni Pascoli in San Giovanni in Monte. Memorie d'un luogo".


E a corollario dello spettacolo teatrale, viene usato anche il linguaggio della cucina.
Gli chef della Osteria Drogheria delle Rose, dell’Osteria dei Poeti e del Ristorante San Silvestro in Cantina hanno infatti appositamente creato un "Menù Giovanni Pascoli", che il pubblico potrà apprezzare la sera dell’evento.

Partecipano all'iniziativa cultural-gastronomica anche la Pizzeria Regina Margherita - Regina Sofia che ha inventato la "Pizza Pascoli", e per chi ama il gelato la Gelateria Artigianale "Bottega G" di via D'Azeglio offre il gusto "Sambuca", creato appositamente in nome del Poeta.

Nessun commento:

Posta un commento