venerdì 8 maggio 2015

Domenica 10 Maggio - ART HOTEL COMMERCIANTI - I Brentatori tornano a Bologna - ore 17,30



Bologna Art Hotels – Art Hotel Commercianti
Sono lieti di invitarVi
Domenica 10 Maggio 2015 alle ore 17.30
presso l’Art Hotel Commercianti
in Via de Pignattari 11 (accanto alla Basilica di San Petronio)
Alla cerimonia dell’apposizione della targa commemorativa davanti all’Art Hotel Commercianti, nel luogo esatto in cui fu aperta la prima sede della Compagnia dell'Arte dei Brentatori di Bologna nel XIII Secolo.
I Brentatori sono una delle più antiche Compagnie delle Arti, sorta di fatto nel 1250 e figura essenziale nella vita medievale: profondi conoscitori ed estimatori del vino erano gli unici giudici che potessero attestare la qualità, ma in caso di necessità assumevano il ruolo di vigile del fuoco, accorrendo con la loro brenta a spegnere i frequenti casi di incendio.
Programma:
Ore 17.30 ritrovo presso l’Art Hotel Commercianti (prima sede dei Brentatori del 1250)
Ore 18:00 Interventi di illustri storici che racconteranno curiosità sul passato di Bologna legato al mondo dei Brentatori
Ore 18:30 Le Autorità intervenute scopriranno la targa commemorativa
Ore 19:00 brindisi e rinfresco
Con la partecipazione di:
Carpigiani
Enoteca Giacchero
Trattoria Osteria Buca Manzoni



COMUNICATO STAMPA

 “1250 - 2015” i Brentatori medievali tornano a Bologna

Trasportavano il vino nelle brente coniche di legno portate sulle spalle, l'acqua in caso di incendio,  furono anche i primi “sommelier” della storia, e portavano i  denari delle imposte nelle casse della Bologna medievale. Con “1250-2015”, dopo oltre 800 anni dalla sua costituzione, la Compagnia dell'Arte dei Brentatori tornerà a Bologna grazie ad una targa commemorativa, che verrà scoperta all'esterno della sua antica sede, oggi  Art Hotel Commercianti, nell'attuale Via de Pignattari, domenica 10 maggio alle 17,30. La cerimonia sarà aperta alla cittadinanza e si svolgerà alla presenza delle autorità e del Consiglio Maggiore dei Brentatori,  che indosserà i sontuosi abiti realizzati in velluto porpora su disegno seicentesco del Mitelli.  L'iniziativa  è stata fortemente voluta dall'odierna Compagnia dell'Arte dei Brentatori, rinata nel 1970 grazie al bazzanese Vittorio Rocchi, in nome della cultura del vino e della tradizione ed a ricordo di quella medievale soppressa nel 1800. Un concerto di musica popolare di Luciano Mannini, farà da filo conduttore alla cerimonia, a conclusione della quale sarà offerto un assaggio di vino (fino ad esaurimento) .
Oggi i Brentatori hanno la loro sede principale a Bazzano e si riuniscono 4 volte all'anno in altrettanti Capitoli, nei quali vino, tradizioni, prodotti d'eccellenza della gastronomia, di uniscono a storia ed arte nei nostri territori ma anche in altre regioni. Un momento particolare e suggestivo negli incontri dei Brentatori è quello della intronizzazione, ossia dell'ingresso ufficiale nella Compagnia di nuovi Brentatori. Il consiglio Maggiore, vestito dei solenni abiti di velluto porpora, accoglie nella Compagnia i nuovi membri con una breve ma particolare cerimonia, durante la quale, alla domanda "Bevi o vattene" i futuri Brentatori bevono d'un fiato un calice di vino. (ilbrentatore.xoom.it) Una curiosità: in uno degli affreschi dell’Abbazia di Pomposa, si nota un antico Brentatore, che porta la sua brenta sulla schiena, testimoniando ancor oggi il suo ruolo nell’antichità.

Bologna, 8 maggio 2015

Nessun commento:

Posta un commento